maxresdefault

Il paese del non ricordo

Strano posto questo. Si fanno le cose, si dicono le cose. Mi raccontano le cose e poi tutto viene dimenticato, come se fosse cancellato. Non esistito.

«Ma sei sicuro? Non ricordo». E mettono in dubbio.
«Dici sul serio? Non ricordo». E dai.
«No, no. Non è possibile, non ricordo». E basta.

Io ricordo.

Quello che si è fatto, quello che mi è stato detto, quello che ho visto. Non mi si può ingannare, ho una memoria da elefante.
Non si era capito dalle orecchie?

 

L’immagine dell’elefante è presa da YouTube

Tags:
0 shares
Previous Post

Morte di un vabbè

Next Post

Un racconto di poesia, elemosina e sieropositività

Lascia un commento