PicsArt_06-18-05.12.10

I tuoi segreti

È quando dormi

che più ti riconosco.

Dopo l’ultimo gioco

Dopo l’approdo e il naufragio

Fatto di tutte le onde infrante

Sulla costiera della tua schiena fragile

Quando torna bonaccia io ti riconosco.

Sei la perla chiusa nello scrigno

Della tua posizione fetale

Protetta tu resti indifesa.

E allora altro non posso

se non voltarmi

E sciogliere.

I miei tentacoli in quell’abbraccio lieve.

Tags:
0 shares
Previous Post

La strage degli invisibili

Next Post

Un racconto di fantasmi, povertà e ricchezza

Lascia un commento