PicsArt_06-18-05.12.10

Incapacità

Il limite delle parole È l’incapacità Di poter descrivere Il calore degli sguardi La sicurezza delle presenza Le carezze della voce L’odore della pelle E il sacro fuoco Di ciò che sei E di ciò che provo

Screenshot_20180613-074127_1

Vividi ricordi

Una pioggia sottile Scolora I miei disegni Forme confuse Ora Quasi indistinte Eppure Ne conservo Ricordi E a questi Mi aggrappo Mantenendoli vividi, Anzi, Coloro.  

0004AB5B-migranti-verso-la-spagna

Il coraggio dei perdenti

Il ricco ha bisogno dei poveri, senza di loro non ci sarebbero i ricchi, va da sè. Il debole invece ha bisogno di uno più debole. Uno da odiare, da dileggiare, uno su cui riversare tutte le proprie frustrazioni da fallito per potersi sentire un po’ più forte e dimenticarsi chi si è. Questo subdolo […]

IMG_20180402_101255_535

9 giugno 2017 – 9 giugno 2018

Svegliarsi con la stessa emozione.

Screenshot_20180530-080855_1

Il bacio che divenne farfalla

Ci sono dei posti insignificanti che per qualche inciampo nella storia perdono il loro status di anonimità e assurgono a luoghi di valore profondo. Può essere che poi uno nel corso della sua esistenza non ci ripassi più, ma questo non inficia. Il luogo è segnato e mentre per il resto dell’umanità continuerà a essere […]

Mirrorface

Vizio mortale

Dei Sette Vizi Capitali, l’Orgoglio è il peggiore. Rabbia, Avarizia, Invidia, Lussuria, Accidia, Gola – riguardano il rapporto degli uomini tra di loro e con il resto del mondo. L’Orgoglio, invece, è assoluto. È la rappresentazione della relazione soggettiva che una persona intrattiene con se stessa. Quindi, tra tutti, è il più mortale. L’Orgoglio non […]

z22474321IF,Jimi-Hendrix--1968

La storia di Pietro M.

Si chiamava Pietro ed è stato il mio primo amico tossico. Aveva un paio di anni più di me e quando due anni fanno la differenza lui aveva un Moto Morini 50 con il serbatoio celeste e la sella lunga nera. Io andavo seduto dietro a lui per le vie del quartiere, caspita se ci […]

P_20180606_091755_1

Be flat

Un viso liscio come un piatto, senza occhi per vedere, bocca per parlare, orecchie per udire, narici per odorare. Nulla. Liscio come ceramica affinché tutto scivoli sopra. E un vestito grigio né chiaro né scuro, una cosa così, anonima. Pochi movimenti che non spostano l’aria. Ne vedo a centinaia cosi, ogni giorno. Migliaia. Carne per […]

brown

Quando comprendo i tuoi occhi

Mi sono perso In un occhio scuro Marrone Profondo. E sono volato via Con non so quali ali, Ma senza chiedere Ché non voglio sapere. E questo volo È un viaggio in compagnia Metafora di vita Pienamente vissuta. Sento il passato Ma non guardo indietro Il mio percorso È ora e adesso.

la-vitesse-loneliness (1)

Silenzi strappati

Quelle volte Che non ti trovo Che non ti sento E inutilmente cerco Rovisto Nella scatola dei ricordi A trovare certezze Che leniscano E resto in attesa Del ritorno Delle parole Che l’attesa chiudano E torni il sole E torni il sorriso In un eterno Giro di ruota   La foto è Loneliness di Geoffroy Hauwen